Gli pneumatici autosigillanti

I “pionieri” sono arrivati qualche anno fa; ora la tecnologia è consolidata, e altri marchi si affacciano su questa fetta di mercato.
Stiamo parlando degli pneumatici autosigillanti: gli pneumatici che in caso di foratura si riparano da soli.
Scopriamo questi prodotti particolari, con tutte le ultime novità del settore!

In principio furono i Continental: la casa tedesca lanciò alla fine del decennio scorso la tecnologia ContiSeal.
In questi pneumatici, l’interno del battistrada è provvisto di uno strato protettivo che sigilla immediatamente ogni foratura.

Tra i primi modelli dotati di ContiSeal c’erano i Continental Sport Contact 3, montati come primo equipaggiamento sulla Passat CC e su altre auto.
Oggi esistono versioni ContiSeal degli ultimi pneumatici Continental, come ad esempio il nuovo Sport Contact 5.

Poco dopo arrivarono anche i Pirelli Seal Inside, pneumatici autosigillanti dotati di un sistema innovativo: il corpo estraneo viene isolato e il buco sigillato automaticamente.
Come funziona? Sotto il battistrada e la carcassa del pneumatico c’è uno strato di sigillante, all’interno di una copertura sottile di nylon che impedisce la dispersione del sigillante e lo protegge dalla sporcizia.
Quando un corpo estraneo penetra nel pneumatico, il mastice sigillante forma una guaina che avvolge il corpo estraneo dal momento in cui penetra, impedendo così la fuoriuscita di aria e la conseguente perdita di pressione. L’oggetto poi viene estratto e il mastice sigilla il foro d’uscita.

pneumatici autosigillanti
Come funziona il Pirelli Seal Inside

La bontà dei Pirelli Seal Inside è stata confermata da un test di Quattroruote dell’estate 2015.
È stato usato un treno di Pirelli Cinturato All Season su un’Alfa Romeo Giulietta; in una gomma era stato inserito un chiodo di quattro millimetri di spessore e una vite autofilettante nel pneumatico anteriore destro.
Dopo aver percorso 452 km a 84 km/h di media, i tester hanno concluso che il “l’All Season danneggiato ha percorso tutto il tragitto in modo sicuro e silenzioso“. Durante il viaggio la pressione nello pneumatico bucato era scesa di appena 0,1 bar rispetto a quelli “sani”.

Nel 2014 Michelin aveva annunciato lo sviluppo dei suoi pneumatici autosigillanti, i SelfSeal. L’anno previsto per il lancio doveva essere proprio il 2015, ma ancora dalla casa francese tutto tace

pneumatici autosigillantiNel corso del Salone IAA di Francoforte che si è tenuto in questi giorni, anche i coreani di Kumho hanno presentato i loro nuovissimi pneumatici autosigillanti.
Come sottolinea la stessa Kumho, è la prima volta che un produttore coreano si cimenta con un prodotto di questo tipo.
Ancora non si sa la data del loro lancio sul mercato, che verosimilmente avverrà nel 2016.